Abbiamo un blog

E così, in pochissimo tempo, un’idea buttata lì quasi per caso si è realizzata. O meglio, per adesso ha solo preso il via. Poi, la scommessa sarà quella di mantenere questo blog vivo e vitale, di farlo crescere, ovviamente con la collaborazione di tutti.

La proposta di aprire questo spazio sul sito aziendale era scaturita dalla considerazione che ognuno di noi avesse informazioni, interessi, conoscenze – non solo in campi strettamente lavorativi – che rimanevano di fatto sconosciute e che sarebbe stato importante portare alla luce, riuscire a tirare fuori e condividere.

Penso che chiunque di noi, negli anni che ha dedicato a questo lavoro, abbia pensato, prima o poi, di “informatizzare” qualcosa legato ai propri interessi personali, a un hobby, a una idea qualsiasi nei campi più diversi, dall’astronomia alle ricette della nonna, dalla fotografia ai giochi sparatutto o a quelli per bambini, dalla grafica 3D a come creare un ebook – o a qualsiasi altra cosa, perché questa lista in realtà non ha fine e può contenere di tutto – e nel far questo abbia approfondito argomenti e acquisito conoscenze che poi forse non ha mai concretizzato in progetti reali.

E poi tutto quello che impariamo con il nostro lavoro, sulle nuove piattaforme, i problemi che risolviamo nei nostri progetti, informazioni sui prodotti, gli ambienti. Questo spazio potrà essere usato per condividere le nostre esperienze, così come ha iniziato a fare Giorgio con il primo articolo, scrivere veri e propri tutorial o semplici tip & tricks, riportare resoconti di corsi o di eventi esterni a cui abbiamo partecipato, o interni come i nostri AperiLogica.

Questa potrebbe essere l’occasione per mettere un po’ di ordine in quello che sappiamo, per riorganizzarlo in modo da renderlo fruibile anche ad altri. Esporre qualcosa, conoscenze  che magari abbiamo in testa in forma frammentaria, scrivendo una specie di articolo potrebbe sembrare un compito arduo, oltre le proprie possibilità – e in effetti, almeno per me,  lo è – ma in realtà bisogna solo provarci. E nessuno verrà a cercare qui dentro articoli da Premio Pulitzer. E comunque si possono anche usare altre forme di divulgazione, come  ad esempio dei video.

Credo che non ci sia limite, né alle forme né ai contenuti, di quello che potrebbe essere scritto qui, che rimane comunque interno e non visibile su internet. Però è anche vero che questa potrebbe essere l’occasione di raccogliere materiale da esporre all’esterno, per arricchire l’immagine della nostra azienda su internet. Pensate anche a questo.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *