Help me Obi Wan Kenobi… You’re my only hope

A quanto pare si fanno passi da gigante nel campo degli ologrammi.

Una tecnologia che fino a qualche anno fa poteva sembrare un sogno di fantascienza oggi si avvicina alla realtà grazie agli Acoustic Trap Display

Fino ad oggi i tentativi di creare un’immagine olografica tridimensionale in movimento erano fondati puramente su metodi per “ingannare” l’occhio umano attraverso espedienti di prospettiva ed illusioni ottiche.

Questa nuova invenzione invece riesce a produrre immagini dotate di una reale consistenza e che non temono affatto il punto di vista dell’osservatore.

Le immagini sono proiettate su dei piccoli polimeri plastici molto leggeri che fluttuano rapidamente in uno spazio delimitato, mossi da onde sonore (in grado inoltre di produrre un feedback tattile sulla mano di chi interagisce).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *